CORONAVIRUS: L’ASSOCIAZIONE “RIALZIAMOCI ITALIA” IN AIUTO DEI SOGGETTI IN DIFFICOLTÀ ECONOMICHE DERIVANTI DALL’EPIDEMIA INFLUENZALE

L’Associazione “Rialziamoci Italia” scende in campo con le sue sedi locali in aiuto dei soggetti in difficoltà economiche a causa del Coronavirus.

Lo fa offrendo supporto gratuito a privati cittadini, professionisti e imprese che in queste ultimi giorni si trovano a dover affrontare un’inaspettata crisi derivante dalla repentina diffusione del virus COVID – 19.

Se pensiamo che la Lombardia, la regione maggiormente colpita dal Virus, da sola vale circa il 25% del PIL nazionale e il Veneto, altra regione nella quale il virus si è manifestato in modo significativo, da solo vale circa il 10% del PIL nazionale, è facile rendersi conto delle gravi conseguenze economiche che, purtroppo, si stanno già palesando e si manifesteranno completamente nei prossimi mesi.

Pertanto, parallelamente all’emergenza sanitaria in atto, appare necessario sostenere il tessuto economico italiano: gli economisti, infatti, hanno stimato una caduta del PIL nazionale nel 2020 pari al 6,50%, nell’ipotesi più ottimistica.

Per questo i consulenti di Rialziamoci Italia sono disponibili fin da subito, semplicemente chiamando il numero verde dedicato 800-03.2012 o inviando una mail all’indirizzo segreteria@rialziamoci.it.

“Rialziamoci Italia” è un’associazione di promozione sociale che ha come obiettivo primario diffondere e rendere accessibile la legge n. 3/2012 detta anche “anti suicidi”, mettendo in relazione i soggetti sovraindebitati – privati cittadini, professionisti e imprese non comprese dalla disciplina fallimentare – con le istituzioni in grado di gestire le crisi da sovraindebitamento.

Per ulteriori informazioni sulle attività e le iniziative dell’Associazione è possibile visitare il sito www.rialziamoci.it oppure seguire i suoi canali social:

Facebook https://www.facebook.com/RialziamociITA/

Twitter https://twitter.com/RialziamociITA

#RialzaimociItalia  #sovraindebitamento #legge32012

_____

comunicato_rialziamoci_italia_coronavirus

Share your thoughts